Salento

Salento

... lu sule, lu mare e lu ientu!

Il Salento è uno straordinario mondo ricco di paesaggi incontaminati immersi totalmente nel fascino della natura. Grazie all sua ubicazione favorevole, a ridosso tra i due mari, esso è stato in passato luogo di transito e meta di viaggiatori, pellegrini, scopritori e mercanti. 
Qui le coste si adagiano lentamente sul mare offrendo, agli occhi dei visitatori, un autentico scenario in cui le spiagge e le dune sabbiose lasciano il posto a coste rocciose a picco sul mare ed a misteriose grotte, anfratti, isole e gole naturali. Il mare del Salento, ma soprattutto i suoi ricchi fondali si contraddistinguono per la vivacità dei colori derivanti non solo dalle forme di vita presenti, ma anche dalle caratteristiche proprie dei due mari. 
Il Salento è anche un mix indissolubile di cultura, arte, tradizioni, campagna, artigianato e gastronomia. Attraversando le campagne salentine è possibile notare la presenza maestosa di ulivi secolari che sorprendono chiunque li guardi. Legati alla produzione olearia e cardini indispensabili della cultura rurale e contadina del territorio, i frantoi o trappeti ipogei sono i luoghi sotterranei in cui, da sempre avveniva la molinatura delle olive. Il Salento risulta essere testimone di civiltà antiche come raccontano le tante masserie, i menhir e i dolmen, le "pajare" ed i muretti a secco che si stagliano su un paesaggio rurale, divenendo un tesoro inestimabile ed un simbolo tradizionale che contraddistingue l'intero territorio. 
Il turista che visita il Salento potrà ripercorrere un interessante itinerario non soltanto immergendosi nella sconfinata bellezza della natura, della campagna e dell'arte, ma anche nelle tradizioni popolari salentine, nella cultura eno-gastronomica e nelle attività tipiche del posto. Tra le più affascinanti attrazioni che il Salento regala vi è la rinomata "pizzica saletina", una danza tradizionale popolare legata ad un rito di guarigione da attribuire alle cosidette tarantate. Il culto di questa danza è legato ad usi e tradizioni lontane nel tempo, ma che ancora oggi rivivono in numerosi eventi mondani, come manifestazioni culturali e sagre locali.
Folklore e cultura spesso si fondono insieme ai sapori ed i profumi dei piatti del Salento. Tradizione vuole che la tipica cucina salentina sia umile e semplice, ma ricca di prodotti coltivati direttamente nelle campagne e da prodotti provenienti dal duro lavoro dei nostri marinai. Splendidi i prodotti di artigianato locale realizzati in cartapesta, pietra leccese, ceramica e terracotta.  
I panorami del Salento offrono dei posti fantasiosi e quasi irreali per la loro bellezza; partendo dalla costa ionica la prima località che si incontra è Porto Cesareo, le cui isole sono state associate alle isole Cheradi, seguito da Santa Maria la Bagno, Santa Caterina e Rivabella, Gallipoli la "città bella" e il cui centro storico è situato sull'isola alla quale si accede tramite un ponte di pietra, Torre Pizzo che si innalza su Punta Pizzo, Mancaversa e Torre Suda, Torre San Giovanni con il suo faro situato sulla torre di guardia a scacchi bianchi e neri e la vicina Ugento, terra dei mille tesori archeologici dove è stata ritrovata una statua di Poseidone, e poi Torre Mozza, Lido Marini, Torre Pali, Pescoluse indicata come la "Maldive del Salento" e Santa Maria di Leuca terra tra i due mari.   
L'incanto dei luoghi ha fatto si che il Salento diventasse una delle mete più ambite in tutte Italia. 

 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Lascia un tuo contatto e ti invieremo le nostre novità.